Ristorante

Luci soffuse, colori rilassanti nelle tonalità del grigio e del beige, dettagli in legno, arredamento raffinato e di design (come le sedie del noto brand Tonon) creano un’atmosfera soft e rilassante che ben predispone i sensi per “l’ascolto dei piatti e dei vini”. Tra una portata e l’altra inoltre è possibile ammirare le opere pittoriche astratte di Fiorella Pierobon a tema “materie prime”. Un omaggio alla terra piemontese e alle eccellenze locali. Attualmente, è stato aggiunto anche il quadro “Il Tremolar della Marina (2010)” in mostra alla 54esima Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia.

Curiosità: la copertina del menù riprende un’opera del noto artista Nicola Bolla realizzata per la famiglia Vicina.

Riconoscimenti

Tra i riconoscimenti ottenuti nel corso degli anni, oltre alla stella Michelin, il ristorante Casa Vicina ha ottenuto 2 forchette nella guida Gambero Rosso, 2 cappelli per L’Espresso e 3 forchette in quella Michelin.

Da anni tra le eccellenze della ristorazione torinese selezionate dalla Guida Il Cento di Torino, occupando sempre il podio nella classifica dei migliori 50 ristoranti della città.